lunedì 1 dicembre 2008

La maratona di Firenze


Un'altra maratona è andata, certo non come avrei voluto, ma è andata. Dal punto di vista emotivo Firenze è bellissima, ha un fascino unico, correre in Piazza della Signoria, Piazza del Duomo, Ponte Vecchio e tra mille altri capolavori, attorniato da un fiume di spettatori entusiasti ed urlanti è stato emozionante. Putroppo non è andata benissimo dal punto di vista del tempo, sia atmosferico, sia cronometrico. Per quanto riguarda il clima, ha piovuto, anzi ha diluviato sempre e ha fatto molto freddo. Al 32° km. poi, ho avuto i crampi, non sapevo di avere tutti quei muscoli nelle gambe. Tutti urlavano di dolore e mi hanno costretto a trascinare le gambe sino al 37° dove, finalmente, ho ripreso a correre per chiudere in 3.46.00. Vabbè io sapevo che Firenze era difficile, resto comunque soddisfatto per averla conclusa. Ora pensiamo al 1° marzo a Barcellona.

Nessun commento: