domenica 25 maggio 2014

Medio in progressione in salsa Borraccino!

Questa mattina ho chiesto al mio amico Francesco Renzetti di poterlo accompagnare nel suo medio di 12 km, corso in progressione. 
Nel fare ciò ho fatto un salto nel passato, riassaporando le vecchie abitudini (e regole) di noi runners della prima ora. 
Gli schemi erano pochi, ma chiari, netti, indiscutibili, senza sfumature! Erano quelli del nostro primo ed unico Mister: Giuseppe Borraccino! 
Questo è successo stamattina! Francesco aveva al fianco il suo coach che lo seguiva con la determinazione e la "pignoleria" che gli è nota. Ed io ero contento per lui. Quanti ricordi mi sono tornati in mente!
Tornando all'allenamento, dopo i tradizionali 4 km di riscaldamento, abbiamo corso i primi 4 km a 4'20'/km, i successivi 4 a 4'15''/km e gli ultimi 4 a 4'10/km. Abbiamo quindi chiuso l'allenamento con 2 km di scarico. 
Bell'allenamento, corso tranquillamente e senza patemi e spero utile in ottica della gara Ironman di domenica prossima.
Questa settimana si è chiusa con un totale di 6 uscite, con 73 km corsi

lunedì 12 maggio 2014

Pescara Half Marathon Li-Ning

Dal mio punto di vista ero felice che, finalmente, anche la città di Pescara avesse la propria gara di mezza maratona.
Voglio premettere che ciò che scriverò non vuole essere una critica. Conosco la buona volontà, l'entusiasmo sia del presidente D'Onofrio sia dei tantissimi volontari che si sono prestati, gratuitamente, affinchè questa manifestazione si svolgesse nel migliore dei modi.
I presupposti erano buoni. Il percorso interamente pianeggiante, l'organizzazione imponente, il tempo finalmente clemente.
Purtroppo però, forse perchè Pescara è avvolta da una spirale di sfiga che rende ogni manifestazione criticabile e piena di problemi, anche questa gara non è andata come doveva.
La gara è partita nei pressi dello Stadio Adriatico alle ore 9.15 e l'arrivo molto suggestivo all'interno dello stadio, (in pista).
Il percorso è risultato ben protetto e completamente chiuso al traffico. Peccato che ieri è scoppiato un caldo africano e chi ha previsto i punti di ristoro ha lasciato scoperto l'intero tratto dal ponte del mare sino al km 15, più o meno all'altezza del giro di boa di Francavilla al Mare.
E' stato davvero duro arrivare sino al ristoro del 15° km! 
Criticabili anche i premi di categoria. Davvero minimi per una gara di quella levatura, anche alla luce del prezzo di iscrizione di 15 €.
Ultima, ma non ultima cosa negativa. La classifica. Assolutamente incompleta. Moltissimi gli atleti non risultanti all'arrivo. I motivi? Sconosciuti. Posso solo dire, per rimanere alla mia squadra, che su oltre 30 atleti arrivati solo 20 risultano in classifica. Mah...  
Scusate lo sfogo, ma è solo perchè a me dispiace che si creino queste situazioni e che succedano sempre in gare organizzate a Pescara.
Tuttavia voglio chiudere in maniera positiva la mia recensione su questa gara dicendo ancora, per l'ennesima volta "GRAZIE" a tutti gli amici che in maniera volontaria ci hanno assistito magnificamente sia ai ristori, sia all'arrivo.
Per quanto riguarda la mia personale gara devo dire di aver davvero visto i sorci verdi!!! Era la mia prima gara veloce dopo le tre maratone corse dall'inizio dell'anno. Sono sempre più convinto che deve esserci un diavoletto della sfiga che mi perseguita. Dopo le maratone ventose di quest'inverno, la mezza maratona di ieri, corsa attorno ai 30°!! Il peggio del peggio per uno come me che odia il vento e il caldo! 
Atleticamente stavo abbastanza bene. Il problema è stato che sono andato veramente in crisi dal ponte del mare a Francavilla. Il caldo estremamente insistente e la mancanza totale di ristori mi hanno debilitato e quando finalmente sono arrivato in vista del ristoro (gestito dagli angeli custodi, Marusca, Laura, Amedeo e Benito) mi sono dovuto fermare un attimo a bere e bagnarmi. Per fortuna, tra acqua, sali minerali e gel, ho ripreso a correre. Meno male che c'erano loro e che sono riuscito a riprendermi e ripartire, arrivando a chiudere la mia gara in 1h e 30.
Mi sono comunque divertito e sono soddisfatto del mio time, in prospettiva della mezza maratona dell'Ironman di Pescara del prossimo 1° giugno.
Suerte! 

lunedì 5 maggio 2014

E' domenica mattina...




Domenica mattina, ore 07.00. Su Pescara imperversa una intensa pioggia e la temperatura è bassa, molto bassa! In questo irriconoscibile mese di maggio una cosa è sicura: L’appuntamento alle ore 08.30 davanti a Pantarei! “Refugium Peccatorum” per podisti irriducibili che non si fermano di fronte ai capricci meteorologici di questo pazzo clima.
Il gruppetto stamattina è abbastanza folto e si decide per un bel collinare, forse un po’ faticoso, ma ben allenante e, soprattutto, che ci allontani dagli sferzanti venti della riviera.
Dopo la salita, corsa comunque ad un ritmo allegro, ho affrontato la discesa aumentando il ritmo gara in progressione, riscendendo di gran carriera sulla nostra amata riviera.
Arrivato al 16° km mi sono fermato, anche in prospettiva di domenica prossima dove, dopo tante gare lunghe e lente, tornerò a correre una mezza maratona.
Sono curioso di sapere se sono ancora capace di saper correre “veloce” e a che ritmo. Sarà comunque bello riassaporare l’atmosfera della gara, la spensieratezza e la condivisione del nostro meraviglioso sport con i miei meravigliosi amici runners! 
Suerte!