martedì 25 febbraio 2014

Passata una maratona, avanti un'altra (ultramaratona 58 Km Strasimeno)

Dopo la maratona di Terni, di cui ho già ampiamente scritto e discusso e che ho oramai buttato alle spalle, sto correndo sempre e comunque (61 km già corsi dopo la maratona). 
Sono solo due le settimane di transizione che mi separano dal mio prossimo grande appuntamento, la 58 km della Strasimeno del prossimo 9 marzo... Non vedo l'ora! in attesa corro, corro, corro, su di una riviera inaspettatamente gelida, sferzata da una fastidiosissimo vento che non passa mai. Sono molti giorni che impazza e incide sulle prestazioni dei (pochissimi) runners che si vedono in giro...
Vabbè, arriverà anche la primavera?
Good Run everybody!


martedì 18 febbraio 2014

Maratona di Terni 2014

E finalmente il giorno della maratona è arrivato.
Questa volta mi sono aggregato ad un gruppo di ragazzi di Montesilvano, davvero una bella compagnia, con la quale ho condiviso questa avventura, questo viaggio all'inferno e ritorno.
Non nascondo che andavo a Terni tranquillo e sereno per essermi preparato bene e non aspettavo altro che far correre le gambe e dare sfogo alle mie aspettative, fiducioso della preparazione fatta e del percorso che, a detta di tutti, avrebbe favorito le nostre prestazioni.  "Tutta discesa, tutta discesa! Gara facilissima!" Dicevano tutti...Le ultime parole famose!
Devo ammettere che il tratto che va dalla partenza alla passaggio della mezza, è un bel percorso. Ci sono un pò di discese, ma soprattutto tratti di pianura, comunque piacevoli da correre. 
Il passaggio alle Cascate delle Marmore è molto bello e suggestivo.
A parte il percorso di gara, anche le condizioni climatiche non erano proprio favorevoli alle mie caratteristiche. 20/22° alla partenza, vento contrario...
La Gara
Alla partenza mi sono trovato subito imbottigliato in mezzo ad una marea di persone, un vero e proprio muro invalicabile di runner che mi impediva quasiasi iniziativa. 
Solo dopo il primo km o giù di lì, ho iniziato davvero a correre. 
L'occhio ben attento ai battiti che si mantenevano bassi e regolari. I primi 21 km sono volati tranquilli, anche se corsi con un costante vento contrario. 
Giunti nel centro abitato di Terni, la strada tra chi correva la mezza e chi la maratona si è divisa. Mentre i primi giungevano all'arrivo, per noi iniziava un avventura inaspettata. Dopo un pò il ritmo si interrompeva a causa di una ripida discesa e conseguente ripida risalta da un sottopasso. Poi la strada si indirizzava verso le campagne con frequenti cambi di direzione, ponticelli, salitelle ecc. E questa è stata la location fino a quando, giunti al 32° km, abbiamo finalmente ripreso la strada verso Terni. 
Probabilmente, il passo troppo veloce, il caldo e il resto mi hanno svuotato e, piano piano, la stanchezza si è impadronita di me, facendomi arrivare all'arrivo, davvero devastato. 
Non è andata come volevo, ma non ne faccio un dramma. Non nascondo che all'inizio ci sono rimasto un pò male, ma per fortuna ho amici che mi vogliono bene e che mi hanno riportato con i piedi per terra, dicendomi poche, ma stupende parole: " Pensa a quando hai iniziato, pensa a quando hai lasciato il comodo per lo scomodo, pensa a tutti coloro che iniziano adesso, pensa a coloro che non potranno mai iniziare. Correre è anche questo ... Una semplice giornata no. Complimenti per la gara che si chiama vita e non per una che ti aspettavi meglio ed invece è andata diversamente"
Che dire? niente!
Va bene così... Sono già pronto e determinato per la prossima gara. Strasimeno, arrivo!
Grazie alle persone che mi sono state vicine e un grazie ai gufi!
"Posso accettare la sconfitta, ma non posso accettare di rinunciare a provarci"
Good Run a tutti!