giovedì 31 marzo 2011

E' scoppiata la primavera!

Che caldo ragazzi! Oggi avevo un pò di tempo in più e sono uscito verso le 13.30 per il quotidiano allenamento sulla rivera. Improvvisamente è arrivata la Primavera, un sole bellissimo e tanto, tanto caldo! La maglietta tecnica a maniche lunghe mi sembrava un termosifone. La prossima volta mi spoglio.

mercoledì 30 marzo 2011

Prima Monia, poi Corrilabruzzo...

Ad ora di pranzo, su invito di Monia, sono uscito con lei per il nostro allenamento di oggi. Devo dire che la sua forma è strepitosa. Ha un passo davvero impressionante e per correre con lei ho avuto il mio bel da fare. In ogni caso, dato che io e lei corriamo da tanto insieme ed abbiamo condiviso tante emozioni sportive, devo dire che è sempre bello correre al suo fianco. Purtroppo il mio tempo a disposizione non era granchè e quindi, mio malgrado all'undicesimo km. l'ho dovuta salutare.
Navigando per la rete mi sono accorto che sul sito di corrilabruzzo Federico Violante, ha scritto questo articolo sulla Mezza Maratona di Martinsicuro basandosi, tra l'altro, anche sul mio post scritto in occasione della manifestazione. Ringrazio Federico della citazione, anche se colgo l'occasione per rimarcare il fatto che le mie sono solo sensazioni, riflessioni personalissime che scrivo e che assolutamente non puntano il dito contro nessuno. Certo, si rimane male per la disorganizzazione di certe gare. Tornando a Federico Violante e al suo articolo, devo ricordargli che ho corso moltissime gare del circuito "Corrilabruzzo" trovando, a volte, disservizi simili a quelli di Martinsicuro a cui si è comunque sempre passati sopra per l'amore e la passione di questo sport.  

martedì 29 marzo 2011

Stadio

Dopo la maratona di Roma, con l'avvento della bella stagione, sono previste molte gare. Spero di farne molte, corte, medie, qualche mezza maratona e qualche gara trail. Domenica scorsa a Martinsicuro ho fatto razzia di volantini e una certa idea me la sono fatta. Intanto domenica c'è Vivicittà, il 10 aprile andrò a Roseto per la passeggiata di primavera (11 km) e il 17 aprile tutti a San Benedetto per la Mezza Maratona dei Fiori, quest'anno valida per il Campionato ITALIANO MASTER Fidal km 21.  Dopo il 17 c'è ancora tanto da correre, il calendario è molto ricco. 
Per quanto riguarda oggi, sono andato allo stadio a fare le ripetute. Ero solissimo, accompagnato solo dal rumore del vento e dal gracchiare degli uccellacci che svolazzavano sopra di me, da un traliccio all'altro....


domenica 27 marzo 2011

Mezza Maratona di Martinsicuro (TE)

Su invito di Marco Ricci, stamattina sono andato a correre (come allenamento e senza nessuna ambizione sul tempo) la mezza maratona di Martinsicuro, abbinata alla Maratona e alla 10 km. Non avevo mai partecipato a questa gara, senz'altro di secondo piano, rispetto all'interesse generale o di tendenza dei runners. In ogni caso lo speaker ha annunciato la presenza di circa 700 persone distribuite sulle tre gare e quindi abbastanza partecipata. Sul posto ho trovato  un altro caro amico, Cosimo Bolognini, che dichiarava di voler correre la 21 km e percorrere i primi 10 km a 4.15 e poi andare in progressione. Contentissimo dell'inaspettato compagno di viaggio, alle 9 precise siamo partiti. Già dal 5° km, subito ci siamo accorti di che organizzazione ci fosse sul percorso perchè per dare ristoro a tutti noi c'era solo un vecchietto vicino ad un tavolino quadrato con pochi pochissimi bicchieri sopra, (ma come siamo 700!). Vabbè, andiamo avanti. Purtroppo il bello doveva ancora venire. Dopo il 9° km, nel percorrere un bel lungomare, (solo sabbia e nient'altro. Niente stabilimenti, niente locali, comunque molto diverso da come l'abbiamo qui a Pescara) improvvisamente notiamo una freccia direzionale a destra indicante 10 Km e 21 Km. Dato che la segnaletica era abbastanza ambigua, abbiamo chiesto conferma al volontario presente, ottenendo una risposta ancora più ambigua. E' stato così che almeno una cinquantina di persone abbiamo deviato e percorso erroneamente un tratto di strada che solo nel finale dovevamo percorrere. Solo grazie ad un ragazzo in bici, venivamo accompagnati a riprendere il percorso originario. Insomma, per farla breve, alla fine  abbiamo percorso  23  km. (come da garmin di alcuni miei compagni di sfiga) invece dei 21 della mezza. Meno male che non ero venuto per gareggiare, altrimenti avrei perso davvero la pazienza con gli organizzatori. Visto che stavo allenandomi, mi ha fatto pure piacere percorrere i due km in più. Cosimo invece si è talmente innervosito che non ha voluto più proseguire, abbandonando la gara verso il 15° km. Borbottando imprecazioni varie è arrivata la linea d'arrivo. Tempo finale: 1h34'10''. Questo tempo rapportato ai miei 23 km effettivamente corsi mi ha dato una media generale di 4.06. Devo dire che è un tempo molto buono, tenuto conto che solo una settimana fa andavo maratonando per Roma...

giovedì 24 marzo 2011

Si ricomincia...

Dopo un paio di giorni di riposo ieri sera io, Massimo, Bob e Fausto, ci siamo rimessi le scarpette e abbiamo corso per 10 km. Non so cosa vogliano fare gli altri, ma io ora mi dedicherò a tutte quelle gare e garette del circondario (siamo esse normali o trail), in attesa di decidere quale sarà la prossima maratona. Naturalmente farò la maratona di Pisa, cui sono già iscritto di diritto, dopo l'annullamento dello scorso dicembre.
Navigando sul web, casualmente ho trovato questo articolo di Fulvio Massini su Atletica Week, sui dolori del giorno dopo, che dopo le fatiche post maratona di Roma capita a fagiolo. Voi cosa ne pensate?

lunedì 21 marzo 2011

Maratona di Roma 2011... questa me la segno!

In effetti, si... porterò sempre con me il ricordo di questa maratona. L'ho voluta fare da sempre. Ero sicuro. Era per me impossibile andare a correre maratone in giro per il mondo e non fare Roma. E in effetti è la più bella delle manifestazioni cui ho partecipato. Solo Parigi mi aveva regalato sensazioni simili. Già dall'arrivo al palazzo dei congressi, si intuiva la grandezza dell'evento. Devo dire che a priori ero terrorizzato dalla gara. Chi c'era passato prima di me, l'aveva descritta come l'inferno: salite, strade sconnesse dai sanpietrini, caldo, continui cambiamenti di direzione ecc. Motivo per il quale l'approccio con la gara è stato molto cauto. Tutti conoscono la passione che ho per questa disciplina e anche le tante delusioni che ho avuto dalla maratona. Ecco perchè ho deciso di partire tranquillo tra i 4.40 e i 4.45 e vedere che reazione avrei avuto.
Devo dire che la partenza è stata per me devastante, una volta passato davanti all'altare della patria sono stato investito da un caldo opprimente, la strada in salita e la strada sconnessa mi hanno dato una mazzata emotiva non da poco. Ed ero solo al primo km. Fatto però un rapido chek up mi sono reso conto da subito che stavo tranquillo e rilassato. Problemi non ce n'erano non mi ero mai sentito così bene e quindi mi sono concentrato sul percorso, così come l'aveva descritto il mitico Janco. Arrivati al 5° km, notata la  basilica di San Paolo, il pensiero è andato proprio a lui dato che se non sbaglio in un suo post aveva scritto che il ristoro era curato dalla sua società sportiva.  Controllo il crono: passo in 23’39’’, con una media di 4'47/km. La media non è velocissima, ma penso che va bene così.
Il passaggio al 10° km avviene in 47’09’’, con un parziale di 23.30, con una media di 4.44/km. Ho limato qualcosina e la strada sembra essere rimpianata. Non mi perdo nessun ristoro, un goccetto d'acqua basta. Cambio continuamente compagni di viaggio, mi superano in tanti, ma non me ne preoccupo, non ho nessuna fretta di corrergli dietro, rimango sulle mie. La fifa fa 90! Solo tre spagnoli non si spostano da vicino a me. Sono io che seguo loro o il contrario? boh
Neanche il tempo di guardarmi un pò attorno che dopo aver girato a destra mi ritrovo in Via Della Conciliazione. Uno scenario indescrivibile, noi runners che correvamo in silenzio mentre da San Pietro giungeva un canto molto suggestivo che mi ha fatto venire i brividi. Imperdibile! 
Il passaggio al 15° km avviene in 1h 10’34’’, con un parziale di 23.24, con una media di 4.43/km. Diciamo che ho mantenuto  il ritmo gara.
Passato il cupolone ecco che mi riscopro a correre risvegliato da un vento gelido che mi fa avere brividi di freddo. Che palle, prima sudavo per il caldo e ora tremo? 
Alla mezza  passo in 1h 39’29’’, con un parziale di 28.55, e sempre con una media di 4.43/km. Le sensazioni sono sempre buone. Non incontro nessun conoscente.
Prima del 25° km imbocchiamo uno svincolo in salita che ci rallenta un pò, seguito subito dopo da un ristoro consolatore. Solito mezzo bicchiere d'acqua e via andare! Per la cronaca al 25° il crono segna 1h 58'08'', con un parziale di 18.38 e con la media di 4'44''. Dopo un pò mi imbatto nella moschea, è enorme! E' la prima volta che ne vedo una in Italia, questo mi distrae un pò dalla corsa. In questo tratto c'è poca gente e ognuno fa i conti con se stesso.
Tra un pensiero e l'altro siamo al 30° km. il tempo dice: 2h 21'56'', con un parziale di 23.47 con una media regolare e sempre di 4'44.
Dopo qualche km ecco il sottopassaggio, la mia attenzione viene attirata dalle persone affacciate sopra di noi che si sbracciano per salutarci, gli concedo un'occhiaatina e mi tuffo nel buio del tunnel. Qui affianco un bestione polacco di almeno 2 metri che va come un treno. Poi penso, ma mario sei tu che lo stai superando, chi è il treno tra te e lui? Ahhh, sto proprio fuori. A parte cazzate di sto genere, nessun brutto pensiero o sensazione arriva dal reparto caldaie e proseguo.
All'uscita del tunnel, al culmine della salita, mi imbatto in Bob e Antonio, li invito a seguirmi, ma desistono e allora continuo al mio passo al fianco del polacco.
Mi rendo conto che siamo rientrati di nuovo in pieno centro storico (in Sanpietrino Zone, come dice il buon Janco) e qui mi sono perso, rapito dalle bellezze della città e dal tifo delle persone. Il 35° km arriva quasi subito e passo in 2h 45'19''. con un parziale di 23.23 e la media di 4.43. Continuando l'attraversamento nella parte più bella della città risbuchiamo su Piazza Venezia. Non voglio guardare verso sinistra, so che la c'è l'arrivo, ma quanta strada devo percorrere ancora? Meglio evitare... Arriva anche il 40° km. Il tempo del crono è di 3h 09'17''. E' strano, la media è sempre quella: 4.44. Arriva il gonfiabile con la scritta "ultimo km" . 
Comincio a credere d'avercela davvero fatta. Ora sono curioso di vedere le cifre del display all'arrivo.
Ultimi metri in discesa, faccio lo sprint con un altro ragazzo e leggo: 3h19'48 (real time 3h 19'32) con una media generale di 4'447km. Arrivo bene, dentro di me so di non aver raschiato il fondo del barile. Mi vergogno quasi un pò vedendo un ragazzo arrivare e quesi svenire dallo sforzo. Va bene, mi impegno a superare questa testa pazza che ho e a dare di più nella prossima avventura ora che so, che si può fare. 
Realizzo che non ho avuto la minima crisi, nessun crampo, nessuna sofferenza, il caldo e il vento non hanno pregiudicato nulla. Che giornata ragazzi. Questa me la segno al calendario!
Ringrazio tutti quelli che hanno creduto in me e che mi hanno trasmesso tanta positività e fiducia nei miei mezzi. Grazie ai miei compagni di squadra coi quali ho condiviso mille e mille chilometri con qualsiasi condizione metereologica.
So che per loro non è andata come se l'aspettavano, la prossima volta andrà meglio e si prenderanno il maltolto con tutti gli interessi!

domenica 20 marzo 2011

Ne valeva la pena!

seguirà un dettagliato post, per ora dico solo che Roma è una maratona davvero bella, impressionante, unica, ma anche durissima.  Hanno sbagliato anche le previsioni. Caldo e vento l'hanno fatta da padroni, ma inaspettatamente sono andato regolare e bene senza il minimo problema. Risultato? 
nuovo P.B. di cui vado fierissimo: 3h19'32

giovedì 17 marzo 2011

Antivigilia ...

Questa mattina 50 minuti di corsa lenta e qualche allungo sono stati alla base dell'incontro di tutti noi "romani" in procinto di partire per Roma. Sulla riviera c'era davvero molta gente, sicuramente per merito della giornata festiva. L'appuntamento è per sabato mattina alle 9. Roma arriviamo!
PS. Dal sito della Maratona di Roma riporto: " Per domenica prossima le previsioni meteo sono favorevoli: a Roma il cielo sarà sereno tutto il giorno e le temperature oscilleranno tra un minimo di 6°C al mattino e un massimo di 13°C nel primo pomeriggio. L’umidità media nel corso della giornata sarà del 38%  e non c’è alcun rischio di pioggia (la probabilità è dell’1%)"

domenica 13 marzo 2011

La quiete prima della tempesta.

 (immagine tratta dalla rete) 

Bellissima domenica passata insieme a quelle sagome dei miei compagni di squadra. Ci siamo ritrovati in tanti prima di separarci, ognuno col suo allenamento da fare, specifico per il proprio obiettivo. Tra battute e risate noi del gruppo "romano" abbiamo corso 14 km veso Francavilla includendo le rampe del Ponte del Mare. Per quanto mi riguarda li ho corsi tranquillo, rimanendo sempre sotto i 150 bpm. 
Oramai la vediamo. La maratona è li che ci aspetta. E con lei ci aspettano tanti gufi e gufetti che affacciati al balcone appaiono essere più tesi di noi su come finirà questa maratona. Vabbè, come diceva qualcuno "non ti curar di loro, ma guarda e passa". E noi così faremo, passeremo senza mettere manco la freccia!

sabato 12 marzo 2011

Spring Sun Run

(immagine presa dalla rete)

Stamattina nn ho saputo resistere. La primavera è arrivata! Il sole che faceva capolino dalla tapparella abbassata e che illuminava la stanza è stato un richiamo irresistibile. Mi sono preparato in tutta fretta e sono uscito per un'oretta sulla riviera a godermi la bellissima giornata. E' stato uno scarico rilassante per il corpo e per la mente. Una giornata così non la ricordavo da tempo: sole brillante, temperatura mite, assenza di vento. Una pacchia!

mercoledì 9 marzo 2011

Roma si avvicina sempre più...

Passano i giorni velocissimamente verso il nostro obiettivo. L'appuntamento con la maratona di Roma si preannuncia come un evento unico e imperdibile cui non si può mancare.
Roma Caput Mundi. Saremo in tanti. Tra maratona, gare minori ed eventi collaterali ci saranno 100.000 persone! 
Da internet ho colto questi pensieri: 42 validi motivi per correre la maratona di roma, li trovate qui
Nel frattempo le uscite continuano. In modo soft e sempre più tranquillo, ma proseguono.

domenica 6 marzo 2011

Circuito Parks Trail 2011



E' uscito il nuovo calendario Parks Trail 2011
Le gare in programma saranno addirittura 38. Da marzo a novembre in 7 regioni, 6 parchi nazionali e 10 parchi regionali! In abruzzo e marche ci sono tantissime fantastiche gare.
Ci sarà l'imbarazzo della scelta

Calendario e informazioni qui





sabato 5 marzo 2011

Alla ricerca del ritmo gara perduto

Per impegni di lavoro mi sono allenato oggi, da solo e con l'ennesima giornata schifosamente brutta. Sulla riviera freddo, pioggia battente e umidità al 97% la facevano da padroni. Oggi era previsto l'ultimo vero impegno prima di Roma, una 21 km da correre a ritmo gara. Ho inziato a correre a 4.40/km e ho mantenuto il ritmo per tutto l'allenamento senza particolari problemi. Sarà questo il ritmo gara? Mah. Vedremo. Intanto ora inizia un graduale, ma deciso scarico verso il 20 marzo...

venerdì 4 marzo 2011

10 per 800

La tabella di ieri sera prevedeva 10 ripetute da 800 metri con recupero di 400 metri da correre nello stesso tempo... Eh, si, per chi non l'avesse riconosciuto è il famigerato test di Yasso. Di questo test si dice di tutto. Se ne parla bene e malissimo. In ogni caso dovrebbe essere utile a sapere in anticipo il tempo finale di un maratoneta in una futura gara di 42,2 km. Mancano poco più di due settimane alla Maratona di Roma e quindi perchè non farlo? Non è che sia troppo convinto della sua attendibilità, ma sono curioso di sapere come va a finire.
Tornando al test, sempre corso su una riviera fredda e umida, il risultato fa aumentare ancor di più i miei dubbi sulla attendibilità del test: 3 ore e 08 minuti! Ma quando mai?!?!?!?!
Per la verità ho già fatto il test una volta con un risultato ancora più ottimista di quello di ieri sera, salvo poi fare una maratona di 3.38 (barcellona 2009).
Il risultato di ieri sera quindi non mi stravolge più di tanto. Oddio, sarebbe davvero gradito fare un buon risultato, tenuto conto dei tempi ancora alti con i quali concludo io le maratone. Io comunque ci provo!
Questi i tempi degli 800:
3:09 - 3:13 - 3:08 - 3:10 - 3:10 - 3:08 - 3:05 - 3:03 - 3:05 - 3:07. Tempo totale 31.18. Media 3:08

giovedì 3 marzo 2011

Dopo l'euforia di Roma si torna al lavoro

Dopo la gara di domenica il tempo di rilassarsi è stato davvero poco. Io e Faustino abbiamo ripreso gli allenamenti in vista della maratona di Roma. Già martedì ci siamo visti allo stadio per le ripetute: 12*400. Solo dei pazzi come noi si potevano allenare con un freddo e sotto una pioggia esagerati.
Anche ieri, con puntualità fantozziana, ha iniziato a piovere appena abbiamo cominciato a correre. Vabbè, noi andiamo avanti, Roma s'avvicina...Era previsto un medio di 8 km che ha confermato che la gamba gira ancora abbastanza allegra. Dopo il primo km corso a 4.32, è stato un allenamento tutto in progressione fino all'ultimo km corso a 3.53, per un tempo finale di 33.20.