domenica 30 gennaio 2011

Winter Trail dei Marsi (Gioie e Dolori)

Anche la gara di oggi del circuito Winter Trail si è rivelata una bellissima avventura. Sebbene il viaggio da Pescara fosse stato tutto in compagnia di un mega acquazzone che preoccupava un pò, magicamente, dopo essere arrivati a Collelongo, tutto è passato in secondo piano, siamo partiti ed arrivati senza pensare più al tempo, anche se è piovuto e in vetta addirittura nevicava. Anche in questa gara, che io considero di avvicinamento alla forma migliore, ho adottato un atteggiamento tranquillo e sono contento di averla finita bene.
Dicevo delle gioie e dei dolori. Partiamo dai dolori: Dopo aver corso tutta la gara bene, anzi benissimo, non essere scivolato mai sulla neve, nelle pozzanghere e nei tratti infangati o ghiacciati, appena la strada è ridiventata pulita ed eravamo a neanche un km dall'arrivo, nella falsa illusione di non farmi raggiungere dal mio inseguitore che sentivo ansimare dietro di me, ho iniziato a correre abbastanza veloce, anzi parecchio veloce, pensando fosse fatta e invece... Sono inciampato su un sasso dispettoso che mi ha fatto fare un fantastico volo dell'Angelo di parecchi metri... il tutto su accoglienti aguzzi e appuntiti sassi... Ma Porc Putt, Vaff. Che doloooore. Dalla durezza dell'impatto non avevo più fiato e mi sono rialzato solo perchè il mio inseguitore (bontà sua) mi ha dato la sua mano e mi ha trascinato su, salvo lasciarmi sul posto imbambolato ad assistere al fatto che anche una decina di runners assatanati mi sorpassavano in velocità. Comunque, dopo aver raccolto quel che restava di me, ciondolando ciondolando ho corso il tratto finale fino al traguardo. A fare da contraltare alle mie peripezie oggi è stata anche una giornata di gioie. Per prima cosa ho finalmente avuto l'opportunità di conoscere Yogi di cui sono da sempre un'attento e affezionato lettore. Naturalmente è super fantastico lui e quella meraviglia di Luna. Peccato se ne sia andato prima della polenta e salsicce! Ci siamo dati appuntamento a Ostia...
Altra gioia è data da Monia che è sempre più forte! E' arrivata seconda assoluta a solo un paio di minuti dalla sorella di Petrei . Impressionante Carmine, quinto assoluto, che ha corso in scioltezza volando in discesa e arrivando tranquillissimo... Per ultimo io che ho affrontato le salite, anche ripidissime sempre tranquillo e rilassato, correndo moltissimo e camminando poco, solo sui muri. E questo  mi piace. Come leggete da soli le gioie sono state di più dei dolori e quindi è stata una bella giornata da ricordare con piacere.
E i miei amici Fit Program? Chissà com'è andato il loro lungo da 35 km... Chi può commenti e mi faccia sapere.

mercoledì 26 gennaio 2011

Allenamento serale e solitario

Questa sera, dopo il lavoro, mi sono allenato su una riviera ancora molto fredda e umida. Devo dire che il riscontro di questa sera mi ha dato una buona dose di fiducia in prospettiva della prossima mezza roma - ostia. Mi sono allenato bene e forte!

Tutti a Roma!

Ieri ho saputo che il gruppo per Roma cresce! Anche Bob, Faustino e Mauro saranno dei nostri... Alla grande! Già so che ci divertiremo un mondo e sarà un'altra bella esperienza. Altra novità dell'ultimo minuto: Fausto viene con me alla Roma - Ostia. Quella è una gara che non si può non fare, è la mezza maratona più partecipata d'Italia. Nel frattempo il circuito Winter Trail prosegue. Già domenica c'è Collelongo e più avanti Campo Imperatore. Imperdibili!

lunedì 24 gennaio 2011

Meno male che c'è Paolo!

Con le orecchie basse e pieno di dubbi oggi sono uscito per sfruttare un'ora e mezza di tempo libero e vedere come andava la corsa dopo la debacle di ieri. Le gambe erano ok e sembrava che non avessi corso per 30 km. Uscito in direzione Montesilvano, inaspettatamente ho iniziato a correre già subito a 5/km mantenendomi attorno ai 135 bpm. Dopo 6 km ho incontrato Paolo che decisamente ha un tigre nel motore. Insieme a lui e soprattutto, chiacchierando del più e del meno, la velocità è aumentata e così abbiamo corso per ulteriori 6 km rasentando i 4'30''/km. Alla fine per i 12 km di oggi la media è stata di 4.40. Meno male che ho incontrato Paolo che inconsapevolmente mi ha fatto nuovamente credere in me stesso.

domenica 23 gennaio 2011

Ammazza che muro!

Oggi, dopo parecchio tempo, sono tornato a fare un allenamento oltre i 30 km, o meglio, avrei dovuto... Il compito in realtà prevedeva di farne 32, ma sebbene fossi partito abbastanza tranquillo, ho notato subito che viaggiavo a frequenze un pò troppo alte del solito (145/150)  che non mi avrebbero fatto arrivare molto lontano. Addirittura, al  20° km sono improvvisamente balzate a 155 battiti. A quel punto ho salutato i miei amici che invece viaggiano tranquilli rallentando decisamente la velocità mantentenendomi comunque a distanza di 200/300 metri. Giunto al ponte del mare, a 4 km dall'arrivo, sono andato incontro ad un inaspettato muro che mi ha fatto fermare due volte. Dopo essere comunque sempre ripartito, ho deciso di fermarmi a 30 km portandomi a casa un tempo di 2h34 per una media generale di 5'08''/km.

venerdì 21 gennaio 2011

Sono un M50!

Oh, my God! Sono un M50 e non me ne ero reso conto. Guardando distrattamente la classifica dell'ultimo trail corso domenica scorsa mi sono accorto che al fianco del mio nome, dopo tanti anni non  c'è più indicato M45, ma M50... Sono diventato grande!
Wow, non è che la cosa mi lasci proprio contento, ma che posso fare? Il tempo passa e se ne va e allora bisogna far buon viso a cattivo gioco... 
Vabbè, allora attenti a voi M50, da quest'anno dovrete vedervela con me!

giovedì 20 gennaio 2011

Un oretta di scarico con Carmine

Questa giornata se n'è andata con uno improvvisato scarico con Carmine. Correre lentamente con quella furia umana non è propriamente andare pianissimo, così 12 km se ne sono andati a 4.40/km, mentre parlavamo del più e del meno ed il cielo si incupiva sempre più. Porto sempre gli strascichi di tosse e raffeddore da cui non riesco a guarire e di questo passo la vedo dura. Ci si mettono pure le precisioni che annunciano per sabato freddo e neve...

domenica 16 gennaio 2011

Ecotrail Colle San Marco 2011

Lo so, lo so, cari amici, non me lo dite, vi ho dato un bidone, non presentandomi all'allenamento di questa mattina, ma quando mi hanno proposto di andare a fare la mia prima gara trail dell'anno, l'Ecotrail di Colle San Marco, non ho saputo resistere. So pure che oggi avrei dovuto correre 30 km, ma per una volta me lo perdonerete; seguire una passione anteponendola alle regole mi piace troppo e alla fine ho seguito l'istinto. Per quanto riguarda strettamente la gara, bellissima e organizzatissima, non sono stato un fulmine di guerra, ma è andata lo stesso bene. Il passo che mi potevo permettere non era proprio competitivo, ma sono sicuro che una volta uscito da questo periodo negativo di febbre, antibiotici e tosse, andrà meglio. Ho anche deciso che il 30 gennaio andrò a Collelongo (AQ) a fare un altro trail  il Winter Trail dei Marsi. Da paura le prestazioni di Carmine (5° assoluto) e Monia (2° assoluta)...

giovedì 13 gennaio 2011

12*1000

Stasera sulla riviera c'era, se possibile, ancor più umidità e freddo di ieri sera. L'appuntamento con Bob e Faustino era per un allenamento abbastanza tosto, 12 ripetute da 1000 e ognuno di noi era un pò sconcertato al pensiero di dover finire il lavoro.
A noi s'è unito Marco Ricci al quale abbiamo chiesto di accompagnarci in questa avventura. 
Alla fine posso dire di aver corso le ripetute tranquillo e in progressione, ad una F.C. media di 155 battiti.
I tempi spaziano tra 3.59 e 3.40 a km, con gli ultimi 6 km corsi in progressione.

Medio di 8 km

L'allenamento di oggi è stato un medio di 8 km. Purtroppo arrivato sulla riviera all'appuntamento con Bob e Faustino faceva davvero freddo e l'approccio col correre è stato un pò problematico. Comunque, dopo 2,5 km di riscaldamento siamo partiti col nostro medio cercando di rispettare la media delle frequanze cardiache. In effetti, i primi km sono stati molto tranquilli e quindi, ad un certo punto, ho iniziato una leggera progressione della velocità di marcia, stando attendo a rimanere tranquillo. Alla fine ho chiuso in 35.05, con una media di 4.23/km. Non male per il primo vero medio dopo la febbre natalizia!

martedì 11 gennaio 2011

Martedì: ripetute!

Dopo gli otto km di scarico di ieri fatti con Paolo, l'appuntamento era per oggi allo stadio e affrontare le ripetute. Oggi il menù prevedeva 20 * 300 metri. Oggi il compito si è presentato subito impegnativo e via via che le ripetute si susseguivano la fatica aumentava. Alla fine, di buon grado, decidevamo di fermarci a 15 nella prospettiva di risparmiare qualcosina in vista dell'impegno di domani, un bel medio da 12 km. Il solo Faustino ha mantenuto l'impegno originario concludendo tutte e 20 le ripetute. Cazzarola, c'ha due co**ni così! Lo sai, zio!

domenica 9 gennaio 2011

28 km nella nebbia

Questa mattina qualche timido raggio di sole che entrava dalle finestre di casa prometteva finalmente una giornata migliore rispetto agli ultimi giorni e invece... Il sole se n'è andato ed è apparsa una fastidiosa e fredda foschia che ci ha accompagnato durante tutto il percorso.
Raggiunti i compagni di squadra, in gruppo compatto siamo partiti verso Francavilla per farci i nostri 28 km di corsa lenta. 
Per quanto mi riguarda sono soddisfatto per i miglioramenti riscontrati rispetto a domenica scorsa dove non riuscivo nemmeno a respirare. Se non fosse per la tosse che ancora nn m'abbandona, andrebbe molto meglio. Questi i tempi di oggi: 28 km corsi in 2h20'00 con una f.c. di 142 bpm. Ah, la bontà del lavoro!

giovedì 6 gennaio 2011

La bonta del lavoro!


 La maratonina dei Magi, già da qualche anno attira moltissimi e forti runners da tutta Italia. 
Sebbene provenga da una forte influenza e non sia propriamente al 100% non ho voluto mancare all’appuntamento ed ho accettato volentieri l’invito di Enzo che mi ha chiesto di accompagnarlo in questa gara, anzi in questo allenamento, con un passo rilassato attorno ai 5/km. Per me e per lui non poteva essere interpretata in nessun altro modo e così abbiamo fatto. Per non rischiare di essere influenzati dall’agonismo e dall’adrenalina della gara abbiamo scelto di non iscriverci nemmeno.
Alla fine concluderò la mia 21 km in 1h42’ con una media di 4.50. Cito il tempo ma solo a titolo di cronaca poiché non mi sono mai sentito in gara e non mi interessava la competizione. 
Questo post invece, per una volta, vuole celebrare i buonissimi tempi dei miei compagni. Su tutti Massimo Jet Rinaldi e Mauro Di Bartolomeo, che hanno ottenuto entrambi il proprio P.B. ed esattamente Massimo che ha concluso la gara in 1h17’36’’ con una media generale di 3’41’’/km e Mauro, che ha concluso il suo impegno in 1h22’59, con una media di 3’56’’.
Non nascondo che sono felice per Massimo che dimostra di aver in serbo grandi sorprese per la primavera come dimostra “la bonta del lavoro”, come dice il buon Enzo, e di rimando il mitico Faustino. Un solo mese di "cura Melatti" ha fatto limare di 2 minuti il P.B. di Massimo; che succederà tra qualche mese? Vedremo.
Complimenti a tutti quanti gli altri compagni di squadra che si sono ben distinti nella gara con buone prestazioni.

martedì 4 gennaio 2011

Finalmente respiro!

Finalmente oggi ho potuto correre discretamente. Lo sfiatamento derivante dalla tosse e la debolezza data dagli antibiotici mi hanno dato un pò di tregua e così, finalmente, mi son potuto presentare all'appuntamento coi miei amici allo stadio per 25 ripetute da 100 metri abbastanza in forma. Bellissimo e divertentissimo allenamento tutto scatti e potenza, così come piace a me.... Se mi sento meglio il 6 gennaio andrò a correre la mezza maratona dei Magi, a velocità da crocera, ma ci vado!

domenica 2 gennaio 2011

Correre... eh, sembra facile!

Questa mattina, 2 gennaio domenica, l'avevo aspettata da tanto. Era dal 22 dicembre che non correvo, e l'avevo immaginata come la data per il varo di questo mio barcone sgangherato a nuove corse, finalmente tranquille e senza problemi. Sapevo di non poter fare sfracelli, ma mi sono subito accorto che questo periodo di inattività ha lasciato il segno. L'unica cosa positiva che ad un passo tranquillo e lentissimo sono riuscito a correre per 16 km. L'inattività mi ha portato un rialzamento dei battiti a valori che non mi sono mai appartenuti, eppure è così. Così, anche se il passo di oggi è stato quasi turistico, la media generale è stata di 147 bpm. Con una media così in altri tempi sarei andato tranquillamente a 4.30, ma tant'è... 
Mi accontento, l'importante è stato ricominciare.