domenica 31 ottobre 2010

Mezza Maratona del Fucino saltata! :(

A causa di un turno di reperibilità al lavoro, mio malgrado, ho dovuto rinunciare (per il secondo anno) a correre la Mezza Maratona del Fucino. Vabbè, poco male. Spero di recuperare domani con un bell'allenamento di 20/25 km insieme al mitico Ed Aguillar!, prossimo mio compagno di viaggio alla Maratona di Roma 2011  

sabato 30 ottobre 2010

Passeggiata sotto il sole!

Finalmente oggi sulla riviera splendeva un bellissimo e caldo sole. Sono uscito per farmi una decina di km allegri. Per strada ho incontrato qualche amico col quale ho scambiato qualche parola e che mi ha rallentato un pò, ma fa niente. Poi via, più veloci della luce tornando verso casa. Una doccia e alla fine ero contento e felice come un bambino.

giovedì 28 ottobre 2010

40' di corsa leggera + salite 7/8% di pendenza presso il ponte pedonale.


Dopo una quarantina di minuti di corsa leggera, oggi la mia tabella prevedeva 16 ripetute da 100 metri sul bellissimo ponte del mare. Col ripetersi delle prove è stato parecchio impegnativo finirle tutte. C'era pure un discreto vento contrario, ma comunque anche questa l'abbiaamo portata a casa.

mercoledì 27 ottobre 2010

Medio di 8 km

Oggi sono rimasto in ufficio fino alle 18 e purtroppo i 18 km previsti per il collinare sono saltati. Non mi sono fidato di imboccare strade buie e solitarie da solo e così tardi, ma avevo una gran voglia di sfogarmi e così, sebbene facesse un freddo birbone e sulla riviera tirasse un vento gelido, me ne sono andato a fare un medio di 8 km. Potevo allungare di qualche km, ma ho voluto partire dal basso, ma impostando una velocità un poco più allegra di quella che la maratona mi ha portato a mantenere per tutto questo tempo. E' uscito un bel medio, chiuso in 32.20, con una media di 4.03/km.

10*400 in pista, bistecca di Angus al ristorante!

Ieri è stata una giornata pessima, da schifo, climaticamente parlando. Una pioggia battente ci ha accompagnato per tutto il giorno. Alle 13.30 io e Monia eravamo comunque allo stadio per i 400. Li abbiamo corsi sotto il diluvio e fatti tutti, dal primo all'ultimo.


In serata poi, ci siamo ritrovati al ristorante per parlare dei prossimi appuntamenti podistici della primavera. Alla fine si è deciso solo di partecipare alla Roma - Ostia (naturalmente non parlo per me).
Sono contento di aver conosciuto nuove persone, Marta, Carla, Cristina e Rosangela che si uniranno a noi nella grande avventura della corsa. Ah dimenticavo... ieri ho avuto un incontro ravvicinatissimo con lei (di cui allego foto)!
E' stata un'esperienza esaltante!!!








domenica 24 ottobre 2010

Sabato Escursione sul Monte Girella, stamattina medio di 20 km sulla riviera

Dopo la maratona di domenica scorsa ad Amsterdam ed una settimana di quasi scarico, il weekend è ritornato attivo. Sabato mattina sono andato a fare un'escursione nel bellissimo Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, salendo sul Monte Girella. 

Oggi un bel medio di 20 km corso in 4.42/km, in attesa di ricominciare gli allenamenti verso nuovi traguardi! 

mercoledì 20 ottobre 2010

Amsterdam Marathon 2010




 
 



Bellissima vacanza, bellissima città, bellissima maratona, 
gara così così...

Così si potrebbe riassumere la mia tre giorni in terra olandese. Da dove partire? Arrivati all'expò noto con piacere che ci sono runner di tantissime nazionalità, inglesi, tedeschi, francesi , naturalmente olandesi e tanti, tantissimi italiani. L'escursione termica con l'Italia si fa sentire, il freddo taglia la faccia, le previsioni lette su internet si rivelano affidabili. Tornati in Hotel mi concedo una breve escursione in città, più che altro per mangiare qualcosa. Trovo una pizzeria dal rassicurante nome italiano "La Piazza". Una volta dentro c'erano camerieri e cuochi marocchini, egiziani, indiani. Di italiani manco l'ombra. In ogni caso ho mangiato una discreta pizza. Subito dopo rientro velocissimo in albergo mentre la città era sferzata da un fortissimo vento gelato... "Cazzarola, se domani c'è sto vento, sarà un tritume", ho pensato. Poi, giusto il tempo di leggere qualcosa e giù a dormire come un bambino. Alle 5 mi sveglio senza bisogno della sveglia e dopo un pò, scendo a fare colazione. Arrivato allo Stadio Olimpico sono indeciso se correre con un paio di maglie o con quella a maniche corte, se indossare lo sgambato, il ciclista o il lungo... Dato che non ho mai sofferto il freddo, mi metto in maniche corte e sgambato... Scelta che purtroppo pagherò. Pronti? Via, si parte. Grande emozione nel fare il giro di pista dello stadio con tutte quelle persone che ti applaudono. Davvero ti prende il groppo alla gola. Comunque una volta usciti, non mi faccio prendere da niente e da nessuno, dò retta solo alle mie frequenze. Dopo essermi assestato sui 140/145 battiti, mi accorgo che stiamo andando tra i 4.35 e i 4.40/km. Il passo lo tengo tranquillamente e soprattutto non sono affaticato. Alzo gli occhi e scorgo ad una decina di metri i pacemakers dei 3h15 con il codazzo di persone che li seguono. Poco più avanti dei pace individuo le sagome di Antonio e Roberto. Lascio perdere queste riflessioni e penso a me stesso. Al 5° km passo con una media di 4.35/km ; al 10 ° la media è di 4.40/km; al 15° km la media rimane più o meno uguale a 4.38/km. Il passo è tranquillo, le pulsazioni ancorate a 145 battiti. Sono contento. Al 20° passo con la media di 4.38/km. Stò regolarissimo! Alla mezza passo a 4.37/km con un tempo generale di 1h37'56''. Forse un pò troppo veloce? Mah che ne so, io mi sento riposato e tranquillo.  Inaspettatamente, ma neanche tanto, da qui comincio a soffrire, ad avere freddo e a sentire le prime avvisaglie dei crampi. Dopo la mezza si esce dal centro abitato e si va lungo il fiume Amstel, dove tira un vento gelato e insistente ( come si può sentire dall'audio del filmato della gara che potete trovare qui ) Arriva anche il 25° km e la media è sempre quella, 4.40/km. Tengo botta anche al passaggio del 30° km dove passo a 4.42/km. La media comincia ad alzarsi al passaggio al 35° dove comincio a rallentare sensibilmente il mio passo a causa dei crampi, che nel frattempo mi invadono le gambe. Passo in 2h48'29'', ma sento che andrà sempre peggio, trascino le gambe al minimo, il crampo è sempre in agguato e pronto a scattare. Ho un unica certezza, non mi fermerò! Passo al 40° km ancora sotto i 5, 4.56/km! I crampi mi si mangiano. Chiudo la gara in 3h29'52, con una media generale di 4.58... Una caduta verticale che mi fa rallentare, ma non fermare. Alla fine va bene così. Sono contento lo stesso. Vedo il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto. Altra cosa pazzesca... Indovinate chi t'incontro sul tram che mi riporta all'albergo? Il mitico Giancarlo (Runner Blade) che stava tornando in albergo. Quale albergo? il mio! Stavamo sotto lo stesso tetto senza saperlo! Un'altra maratona è andata, un'altra medaglia entra  a far parte della mia personalissima bacheca. La soddisfazione per averne finita un'altra è superiore al fatto di non eaver migliorato il mio personale. La prossima maratona? Roma!

martedì 19 ottobre 2010

Amsterdam Marathon 2010 (Anteprima)




Sono arrivato da poco a casa, un'altra maratona è finita, un'altra esperienza entusiasmante, un'altra avventura da ricordare. Certo, non ho migliorato il mio miglior tempo, ma devo dire che mi sono davvero divertito. A breve un dettagliato resoconto.

venerdì 15 ottobre 2010

Si parte!

Ragazzi, eccomi qui a salutarvi. Domani io e il mio gruppo partiremo per Amesterdam per correre la maratona. Confesso che sono sereno  e tranquillo. Spero di fare una discreta gara e  abbinare anche una mini vacanzina ... Mi hanno detto che ci sono anche i coffee shops e il quartiere a luci rosse, ma che saranno mai?? :) :) 
Spero di divertirmi e di non soffrire troppo le temperature che si preannunciano per la città : 1° alle 08.00  con il 92% di umidità. Vabbè, ma che ce frega... Qualcuno ha detto: "in bocca al lupo"? CREPIII
 
immagine tratta dal sito www.ilmeteo.it 
 

martedì 12 ottobre 2010

9*400

Ad ora di pranzo, nella solitudine delle 13.30, sono arrivato allo stadio adriatico per fare le ripetute sui 400, esattamente nove. Non si vede una persona a pagarla oro e in più il cielo è di un colore che promette pioggia... uff, vabbè, andiamo avanti. Enzo si è raccomandato di farle in scioltezza, senza tirare, lasciando che le gambe girassero da sole. Dopo le prime tre ripetute corse attorno all' 1'26'', ecco arrivare Antonio e Monia, ognuno col suo compitino da fare... Oggi faremo tre allenamenti diversi. Le ultime quattro ripetute sono state corse tra l'1'22'' e l'1'15. Alla fine concludo il mio allenamento con molta facilità, la sensazione è stata quella di non aver fatto nulla di più di uno scarico... meglio così

domenica 10 ottobre 2010

4+20 km in scioltezza

Questa mattina, dopo il tradizionale appuntamento con la squadra, i saluti, le battute, gli scherzi, come sempre ognuno ha iniziato il proprio allenamento. Insieme ad Antonio ed Alberto, io questa mattina ho scelto di fare una corsa lenta di 20 km. Dopo esserci riscaldati per 4 km, abbiamo iniziato l'allenamento. Allenamento che è stato tranquillo e senza particolari problemi. Per 16 km il battito non ha mai superato i 135 bpm, sebbene fossimo arrivati ad andare a 4.50/km. Negli ultimi 4 km ho aumentato l'andatura arrivando fino a 142 bpm e arrivando benissimo e senza sforzo. Sono contento. Ora manca l'ultima settimana, solo scarico...
Ora è il momento di correre, non c'è più spazio per le teorie. So di non essere al top come lo ero per parigi, ma correrrò la mia gara sempre al massimo, non lasciando niente di intentato, così come sto imparando giorno per giorno...So di essere sempre sotto i riflettori... A me non importa, vado avanti per la mia strada, sebbene i gufi siano agitatissimi!

giovedì 7 ottobre 2010

3*2000

Oggi per arrivare sulla riviera in tempo all'appuntamento con i miei compagni di squadra ho davvero fatto i salti mortali. In ufficio sono super-iper-incasinato; avvocati e giudici da tutte le parti... Alla fine però sono arrivato ed ho trovato ad aspettarmi Antonio e Massimo (jet) Rinaldi che si è prestato ad accompagnarci nell'allenamento di oggi: 3 per 2000. Allenamento brillante che abbiamo corso tranquilli. Questi i tempi:
1° 2000 corso in 8.10 con una media di 4.05/km;
2° 2000 corso in 7.48 con una media di 3.54/km;
3° 2000 corso in 7.18 con una media di 3.39/km;

mercoledì 6 ottobre 2010

mancano 10 giorni alla Maratona di Amsterdam!


Comincia il count down...
... mancano 10 giorni al via della Maratona di Amsterdam
Oltre al piacere di correre la gara, quale migliore occasione per vedere i monumenti della capitale olandese? A partire dallo storico Stadio Olimpico costruito nel 1929, alle strade del centro città, a respirare aria fresca lungo il fiume Amstel o correndo lungo  suoi canali colorati o anche attraversando i giardini a Vondelpark. Spero sia una bella avventura.

martedì 5 ottobre 2010

12*400


La giornata era iniziata con il Garbino (Libeccio) che prometteva un'altra giornata calda e afosa, non proprio l'ideale per i nostri allenamenti. Con puntualità fantozziana, invece, verso le 13.20 ha iniziato a piovere molto forte, forse sarebbe meglio dire diluviare! Insomma, acqua a catinelle! Quale occasione più bella per dei bambinoni come noi di correre sotto il diluvio? Detto, fatto! 12 ripetute in pista sui 400 ed anche a ritmo abbastanza allegro! da 1.26 la più lenta a 1.16 la più veloce! Alla fine eravamo davvero zuppi, ma soddisfatti e felici. Un altro bell'allenamento corso con Antonio e Monia.

sabato 2 ottobre 2010

35 km in solitaria


A causa di impegni familiari domenica non sarei potuto andare insieme ai miei amici ad allenarmi. E' stato un peccato perchè la loro compagnia mi sarebbe stata molto utile perchè c'era un lunghissimo da 35 km! Sono stato così costretto a correre oggi, e da solo! Ho deciso di andare a sud verso Francavilla al Mare e devo dire che ne sono rimasto contento. Ho la fortuna di correre sul marciapiede della riviera e stamattina lo spettacolo era da togliere il fiato: il sole che nasceva dall'acqua con colori meravigliosi che per tanta strada ha fatto da location ai miei pensieri solitari. Purtroppo era anche caldo e si è fatto subito sentire, consigliandomi di tenere una velocità di marcia regolare. Alla fine portavo a casa un 2h35'08'' corrispondente a 4.57 a km. Certo, la settimana scorsa in gara ne ho corsi 33 a 4.42 a km, ma sono contento così, soprattutto della tranquillità e serenità con cui ho corso.