martedì 3 giugno 2014

Ironman 70.3 Italy Pescara

Che bella manifestazione è stata questo Ironman? Bellissima, direi, ha recuperato tutti gli errori commessi dagli organizzatori nelle passate edizioni. Sapete che lavoro faccio e ho vissuto in prima persona tutta l'organizzazione e la pianificazione dell'evento. Non avete idea di cosa c'è dietro!
Alla fine Pescara ce l'ha fatta, il primo giugno la città si è vestita a festa ed ha dato il meglio di sè. 
Il giusto palcoscenico ad uno spettacolo esaltante, L'Ironman 70.3.
Il centro di Pescara era invaso da migliaia di atleti e dal moltissimo pubblico, ben distribuito su tutto il percorso, che ha fatto il tifo continuamente.
Già alle 11.00 ero sulla riviera. Moltissime persone si aggiravano nervosamente e la tensione pregara si avvertiva nitidamente. Mi ha colpito la meticolosità con cui gli atleti curavano nei minimi particolari la posizione della loro bici, di come la coprivano, di come la pulivano, la lucidavano, insomma le facevano le coccole!
Quando qualche tempo fa mi è stata prospettata, l'ipotesi di partecipare alla staffetta Ironman, naturalmente per la frazione RUN, l'idea non mi ha entusiasmato per niente!
Questo perchè avendola vissuta da spettatore, conosco quanta passione, sudore e determinazione ci mettono i triatleti per allenarsi al meglio e partecipare alla gara e mi sentivo fuoriposto nel correre soltanto in una gara che, ricordo, comprende anche nuoto e bici.
Ma tant'è...
La possibilità di partecipare c'è, è arrivato anche lo sponsor e la cosa si è delineata sempre più, passando da ipotesi a certezza: Si partecipa all'Ironman.


Naturalmente io so solo correre e sono rimasto nei pressi della zona di scambio in attesa che arrivasse il mio ciclista. 
Finalmente, alle 15.45 è arrivato e ho cominciato a correre. 
Il tempo è stato clemente, sebbene ci fosse il sole, si correva benissimo.
La gara, che si sviluppava su un circuito da ripetere 4 volte, è stata esaltante. Correre sempre con il supporto del tifo di migliaia di persone che ti incitavano, con i molti bambini che si sporgevano offrendo la loro mano per il "5" da parte del runner. Salutare i tanti amici che mi hanno riconosciuto, i moltissimi amici runner impegnati in mille funzioni, di supporto, ai ristori... è stato bellissimo.
Mi sono davvero divertito. Forse per questo non ho tanto dato peso alla gara e non mi sono neanche reso conto di aver fatto anche un gran bella prestazione: 1h26'57'', alla media di 4'07''/km. Non male!
Sto piano piano scrollandomi di dosso la lentezza del passo maratona...
Devo fare un plauso anche ai miei compagni di avventura, Fabio che è uscito dalla frazione nuoto in 25'43'' (150° dei staffettisti); Antonio che ha concluso la frazione bici in 2h45'04'' (riportandoci al 69° posto) e, infine, al termine della mia prestazione, ci siamo posizionati al 43° posto tra le staffette e 179° assoluti nella classifica generale.... Mmm siamo proprio vecchietti terribili! 
qui il particolare della mia gara.
Mai fermarsi alle apparenze, mai giudicare... L'Ironman è una gara assolutamente da fare e ed è stato bello sentirsi parte integrante di questa manifestazione, dove chi comanda sono sempre loro, lo sport, il tuo cuore, il sacrificio, la passione!
qui la classifica generale.
qui la classifica con le staffette.
Qui un bel sito con molte notizie, per chi vuole conoscere più a fondo questo meraviglioso Triathlon.
Suerte!

1 commento:

nino ha detto...

un signor tempo