martedì 4 novembre 2014

Domenica c'era la Maratona di New York, ma pure l'allenamento sulla riviera!


Domenica c'era la Maratona di New York. Questa gara non è per niente passata di moda. 1959 Italiani hanno tagliato il traguardo della "più bella maratona del mondo", o almeno così si dice. Spero al più presto di verificarlo anche io.
Non vedo l'ora di vivere questa esperienza, dura, difficile, ma tuttavia entusiasmante. Sebbene abbia corso 20 gare sulla lunga distanza (17 maratone e 3 ultra) non sono mai andato a New York. Eppure, come a tutti runners, è la domanda che mi sento fare più spesso. "Sei andato alla Maratona di New York?" 

immagine tratta dalla rete
A fare da contraltare al bellissimo palcoscenico americano, c'eravamo noi. I tapascioni runners pescaresi. Domenica è stata una giornata tranquilla, di transizione, senza alcuna gara in calendario. 
Niente gare, ma si corre e ci si allena lo stesso. 
E' così che oltre al gruppone di atleti della mia squadra, incontro i ragazzi dei Pescara Runners, quelli della Fit Program e altri ancora, ognuno impegnato nell'allenamento scelto.
Io oggi ho un medio e, come sempre, Enrico mi fa da spalla. Gli allenamenti con lui filano lisci e il tempo passa svelto, tra una chiacchiera e l'altra. 
Stiamo sempre a parlare e a litigare con il cronometro!
Dopo aver corso 3 km di riscaldamento insieme a tutti gli altri, iniziamo il nostro medio correndo verso nord, chiudendo i 12 km previsti ad una buona media, correndo sempre in progressione.
Ora cominciamo a pensare alla Maratona di Torino, ai suoi lunghissimi e interminabili Viali, alle emozioni e sensazioni dello scorso anno (qui il post della gara del 2013) che spero di rivivere quest'anno.
Suerte! 

Nessun commento: