giovedì 4 febbraio 2016

Emozioni e Sensazioni


E' trascorso un mese dal mio ultimo post. Lo so, un blogger degno di tale nome non dovrebbe trascurare così la sua creatura. State tranquilli, il mio blog langue, ma non muore, Non lo farà mai. 
E' che chi vi scrive, persona molto umorale che vive di sensazioni ed emozioni, in questo periodo soffre di un black out generale, per il quale anche buttar giù due riflessioni sul blog riesce difficile.
A volte, però, ti svegli la mattina con la voglia matta di correre, di uscire, di non pensare a nient'altro che alla libertà di respirare l'aria aperta. Apri la finestra e ti accorgi che Pescara è sotto un vero e proprio diluvio.
E' un problema? No, non lo è mai stato. I capi di abbigliamento giusti e si esce. Peccato che oltre al diluvio tirasse anche un vento gelido niente male. E' un problema? No, non lo è mai stato. Invece che correre sulla mia amata riviera si corre sulla più riparata strada parco. 
Ed eccomi qua, a zigzagare tra enormi pozzanghere e tra pedoni spazientiti tutti impegnati a non farsi distruggere l'ombrello dal forte vento e che ti guardano come se fossi appena sbarcato da Marte.
L'intensità della pioggia ticchettia sul mio kway e tiene il ritmo della mia corsa. la pioggia mi lava il viso, ma che goduria. Che bello. A chi lo racconto, se non a voi miei amici runners della bellezza dell'uscita di stamattina. 
Ecco, queste erano le Emozioni e Sensazioni che mi mancavano e che sono come benzina per il motore del Blogtrotter.
Alla prossima Amici.
Suerte!

Nessun commento: