giovedì 20 maggio 2010

Io e il mio piede

Io e il mio piede oggi abbiamo deciso di darci una mossa. E allora, detto e fatto. Un colpo di telefono ad Enzo e via. Alle 15 ci siamo trovati allo stadio e insieme, ci siamo fatti 40 minuti di corsetta nel parco e poi sei 600 in pista. La mia postura non è ancora ok e a volte zoppico, ma solo se ci penso. Quando sono preso dal piacere di correre, smetto di farlo. E' stato bello rivedere Enzo e inebriarmi delle sue certezze e della sua competenza, positività e sicurezza. Certo una bella cosa, rispetto al mio barcamenarmi giornaliero che facevo prima. Sono contento di averlo dalla mia parte e dell'entusiasmo e della disponibilità che ha per me...
Tornando ai 600, li ho corsi tutti con lui tra 2'28'' (4.07/km) e 2'21'' (3.55/km). Solo l'ultimo 600, corso da solo, senza il controllo di Enzo l'ho corso in 2'08'' (3.33/km). E' inutile ho sempre il vizio di darci dentro...

Bilancio finale positivo, una bella giornata costruttiva e di sprono per ricominciare alla grande.
PS. Ho allegato un immagine dell'astragalo, l'osso del piede responsabile dei miei problemi che, tuttavia, spero di risolvere al più presto.
PS2. E' stato bello ricorrere al fianco di Tommaso ed Emanuel, forti e veloci e sempre sorridenti!

Nessun commento: