mercoledì 18 aprile 2012

Marathon de Paris 2012

La Maratona di Parigi la consideravo da sempre il mio piano "B". Sono sincero, avevo pensato di migliorare il mio personal best e puntato tutto su quella di Treviso, ma sapete poi com'è andata. Terminata la maratona veneta ho avuto la fortuna di allenarmi insieme a Monia che stava preparando la maratona di Milano, riuscendo a trovare nuovi stimoli, a correre sempre al meglio e a divertirmi. E' stato così che mi sono preparato e sono riuscito a correre a Parigi, sebbene fosse passato solo un mese dall'altra gara e fossi anche un pò demotivato. 
E' stato questo, forse, che mi ha fatto rimanere con i piedi per terra, che mi ha fatto avere il massimo rispetto per la maratona. Con la "42km" non si scherza, lei ti ammalia, ti rapisce, ti conquista, ma anche ti delude, ti deteriora, ti sfinisce. Emozioni comunque imperdibili che me la fanno consigliare a chi la volesse provare. 
Per chi corre maratone, quella di Parigi è davvero un evento spettacolare.
Noi siamo arrivati in città già dal venerdì e questo ci ha permesso di fare le cose con calma e goderci ogni istante della nostra trasferta parigina. 
Il sabato mattina siamo andati all'expò per il ritiro dei pettorali e per la visita ai tantissimi stands di materiali ad uso della corsa.
Il giorno della gara, dopo un abbondante colazione, io, Faustino, Roberto, Andrea, Antonio e Maurizio ci siamo presentati al cospetto dell'Arco di Trionfo dove ci siamo trovati di fronte ad uno spettacolo davvero impressionante. Fiumi di runners che, come formiche, vagavano in tutte le direzioni. Chi si scaldava, chi faceva stretching, chi rideva, chi cercava il deposito sacche, chi era già in trans pre-agonistica, chi se ne fregava, insomma c'era di tutto! Terminato il rito della vestizione... siamo entrati nelle gabbie, in attesa della partenza! 
Allo start, sul Viale dei Campi Elisi, sono partito con molta prudenza, un pò intenzionalmente, un pò perchè non è semplice correre in mezzo a 40 mila scalmanati! Penso soltanto che alla fine, le energie risparmiate mi sarebbero servite per il finale della gara... I pacemakers delle 3 ore che ho davanti scappano via in men che non si dica, mentre il mio passo in confronto è da bradipo, ma va bene così. Passo al 5° km in 22'19'' alla media di 4.28/km.
Mi sento bene nel gruppo, il passo è rilassato e lo spettacolo indimenticabile. Runners da tutto il mondo, mi circondano, alcuni indossano costumi esilaranti! Entriamo nel parco Bois de Vincennes che è la parte più periferica del percorso. Ridendo arrivo al 10° km in 44'28'', mantenendo la media di 4.27/km, ottimo! 
Subito dopo la strada sale un pò ed io non ho voglia di appoggiarmi a  nessun muro e mi faccio i fatti miei. Quatto quatto, lemme lemme, arrivo al passaggio della mezza in 1h33'42'', mantenendo la media di 4.26/km, oggi sono di una precisione pazzesca! Passato secondo le aspettative, mi rimetto in mezzo al gruppo, svagandomi con i moltissimi complessi che hanno allietato il passaggio, osservando i tifosi, dando il 5 ai tanti bambini che me lo chiedevano, e sorridendo ai tanti che mi hanno incitato: "Allez mariòòòò" ihihih, sti cavolo di francesi, mi fanno morire.
Sono arrivato al 25° km in 1h51'07'', riuscendo a mantenere la media ancora di 4.27/km. Wonderful!
Al 25° km si passa da Piazza della Bastiglia per poi, verso il 27°/28° km, deviare sul lungo senna dove ci aspettano quattro sottopassi che mi sembra mi rallentino un pò e, comunque abbiano rotto il ritmo gara. 
Aspetto con ansia il passaggio al 30° km per vedere che succede. Non penso a niente, osservo tutto e tutti e continuo a correre, sperando di non andare in crisi. Finalmente arrivo al 30° km in 2h13'56'', riuscendo a contenere le perdite. La media è di 4.28/km. Gasp!

Superati i sottopassi del lungo senna, la strada torna normale. Per un attimo mi perdo nel guardare la sagoma della Torre Eiffel che giganteggia sulla mia sinistra, salvo risvegliarmi subito dopo e affrontare l'ennesima salita (la famigerata Cotè de Mirabeau) che le varie recensioni danno lunga almeno 1 km. Superata anche questa, mi concedo un pò di relax mentre entriamo nel parco Bois de Boulogne.
Eccomi giunto al 35° km in 2h36'47''. Mantengo ancora la media accettabile di 4.29/km. 
E' da molti km che sono al fianco di due persone, un uomo e una donna, che corrono senza fare una piega. Solo ora la ragazza sbotta in un urlo disperato, gridando che non ce la fa a mantenere il ritmo del suo amico. Lui la striglia per bene, dicendole di tirare fuori i coglioni! Ehehe, sono italiani! Mi accodo volentieri a loro, cercando di sfruttare il loro entusiasmo (si fa per dire).
E' così che la coppia diventa trio e mi faccio scarrozzare fino all'arrivo. 
Da lontano vedo il display che indica 3 ore e 08 minuti. I secondi scappano via veloci e sebbene, avessi accellerato il passo, taglio il traguardo in 3h09'04''. 
Va beh, non fa niente, sono felice lo stesso della mia prestazione. La gara è stata davvero tosta, il clima non era dei migliori e quel vento forte ha inciso parecchio, ma questa maratona la ricorderò sempre.
Qualche foto la trovate qui e la classifica qui.



7 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Beh, niente a che spartire con le maratone di un tempo dove partivi contratto e alla fine scoppiavi. Qui sei stato un vero orologio, hai afferrato subito che non eri al tuo top e hai fatto una grande gara.
Per il prossimo autunno non ti resta che fare tutto a puntino e attaccare le 3 ore

er Moro ha detto...

non sbattere contro i "muri" e raccontarlo così è avvincente ed emozionante, mi congratulo!
ottimo!

lello ha detto...

Una bella gara perfetta , complimenti
p.s la carla bruni che ti ha detto'???????

Federico Rossi ha detto...

Grandissimo Mario!!! Bella gara!!!

Mario ha detto...

@ Gian Carlo: ehehe, si dopo i tanti schiaffoni, mi sa che qualcosina ho imparato!
@ Er Moro: grazie mitico!
@ Lello: L'ho cercata, ma non s'è fatta trovare! :)
@ Federico Rossi: grazie Sindaco!

Carla ha detto...

SuperMario, aspettavo il tuo raccontino come la prima di un film. Nel leggerlo ho rivisto il percorso come se lo ricorressi!!!
Ormai devi ingrandire la bacheca per le medaglie!
Complimenti!
Ciao
Carla

Mario ha detto...

@ Carla: grazie amica mia!