domenica 14 aprile 2013

Mezza Maratona dei Fiori 2013. Nice Run, good Job!


E' inutile, questa gara è proprio bella, organizzata benissimo, molto partecipata, anche dal punto di vista agonistico e di vertice, frequentata da gente molto forte. Anche quest'anno il vincitore ha chiuso in 1:02, davvero velocissimo!
Ma è il contorno dei tanti runners che hanno davvero colorato la scintillante mattina di sole che ha reso bella ancora di più questa manifestazione. Magliette di tutti i colori confluivano e si mischiavano sotto il pallone della partenza. 
Personalmente mi sembrava troppo caldo, ma alla fine, come capita da un pò, il clima non ha inciso minimamente alla mia prestazione.
Questa è una gara da fare, oramai è una tradizione che devo rispettare, sempre!
Dopo la maratona di Treviso, ora è cominciato il periodo delle gare che prediligo, corte e medie, e soprattutto veloci! Dopo la mezza di Centobuchi (chiusa in 1:26) e quella dei Magi (chiusa in 1.27), questa è la terza gara sulla distanza che, finalmente, ho chiuso in un tempo che non riuscivo a fare dal 2011. A differenza delle prime due gare però, oggi c'era un gran caldo e il percorso era da ripetere due volte. Due buoni motivi in più per essere ancora più contento. 

Per venire alla gara, dopo aver fatto un breve riscaldamento insieme ai miei amici, Massimo, Roberto, Antonio e Danilo, ci siamo sistemati nella zona di partenza in attesa dello start.
Appena partiti, dopo un pò, l'occhio mi è capitato sull'unico pacer dell'1:24 che era seguito da un solo runner. Mi sono subito aggregato, seguito quasi subito dal grande Christian Notaristefano e via via, da altri.
Alla partenza è sempre un pò complicato farsi strada tra le persone che per gusto e abitudine partono davanti, ma poi corrono lentamente. In ogni caso, zigzagando un pò abbiamo trovato la nostra strada. 
Arrivati al 5° km (4.6 per la verità) sono passato in 18'08 (3.56/km). Il nostro pacer è affidabile e preciso e il mio spitito è alto!
Arrivati al 5° la gara imbocca il lungomare di Porto D'Ascoli in direzione di San Benedetto, la giornata è splendida e il lungomare affollato di persone che ci guardano tra lo stralunato e l'ammirato.
In un attimo arriviamo al 10° km, dove sono passato in 40'00 (4.00/km). Il nostro pacer è un orologio, io rimango la sua ombra con Christian che ogni tanto mi lancia un urlo di richiamo per verificare se sono ancora lì.
Comincio ad essere stanco mentre ci apprestiamo ad iniziare il secondo giro. Rimango comunque col nostro mini gruppo fino al ristoro dove, per prendere il bicchiere dell'acqua, perdo un pò di tempo e rimango indietro di 100 metri dal pacer. 
Dovrei accellerare ma non mi va, ho paura di spremermi troppo e sono ancora lontano dall'arrivo, rimango lì, solo. Nel frattempo arriviamo al 15° dove sono passato in 1h00'00 (4.00/km). Non ho più il pacer con me e d'ora in poi me la dovrò cavare da solo. 
Arrivati verso il 19° km la strada sale un pò, come la mia stanchezza, anche il passo ne risente, ma oramai sento che è finita, non dò retta alla testa e le gambe mi portano a correre il 20° km a 3,57/km. Subito giunge il rettilineo d'arrivo, il display segna 1:24 e spiccioli. Finalmente, dopo tanto tempo un time che mi tira su il morale!
Voglio ringraziare i miei compagni di viaggio coi quali ho condiviso una splendida giornata di amicizia e sport, sano divertimento e sudore, a cui non rinuncerei mai.
Per chi volesse, qui trovate la classifica.



Ah, dimenticavo: 124° assoluto su 1392 arrivati e 12° di categoria!

Nessun commento: