mercoledì 25 gennaio 2012

un pò di sole, una spolverata di neve, pioggia gelata, vento forte e corsa solitaria. Ecco i miei 4*3000

Dopo che per tutta la notte aveva tuonato e il cielo si era illuminato con fragorosi lampi, questa mattina mi sono svegliato con le strade impiastrate da una pappetta scivolosa composta da acqua e neve. Ero un pò preoccupato del fatto che oggi c'erano le ripetute. 4 da 3000.
Dopo una mattinata allucinante in ufficio, però avevo proprio voglia di uscire a correre. E così, alle 13.30 ho imboccato la riviera in direzione nord e puntualmente, secondo la regola fantozziana, sono passato dal correre con un pò di sole, ad una spolverata di neve, alla pioggia gelata che mi si ficcava negli occhi, al vento forte che ti rallentava. Sapete che vi dico? Mi piaceva! Ho corso da solo, mi sono rilassato riuscendo a pensare a tante cose. I primi due 3000 sono stati corsi totalmente controvento e li ho portati a casa con un pò di sforzo. I secondi due. invec,e li ho conclusi trasportati dalle ali del vento con questa canzone che mi faceva da colonna sonora. Good Run!


1 commento:

lello ha detto...

non esistono condizioni meteo sfavorevoli ma uomini arrendevoli ( a. rock) corri uomo